Sven Götti

C’è spirito nell’idea di un prodotto e l’evoluzione del progetto deve far emergere la tua energia interiore.
Domandare ad un Designer “cosa significa essere contemporanei nel design” ovvero come rapportare la propria arte, il saper fare, alla contemporaneità, significa tentare di esplorare ciò che è più intuitivo e forse meno razionale della personalità.

Sven Götti, persona semplice e determinata, vive la sua professione di designer mettendo avanti l’anima prima ancora della razionalità. Quando l’idea di un nuovo prodotto o dettaglio è in avviamento, il presupposto fondamentale è che le soluzioni devono crescere prima di tutto dal proprio intimo, pensiero o ideale, e trasformarsi in forme che appagano le aspettative estetiche e funzionali da tempo meditate.

Il talento è la base del proprio essere, dà la consapevolezza delle proprie capacità ed aiuta a misurarsi con obiettivi alti perché alte sono le potenzialità che lo spirito può esprimere. L’elaborazione di un nuovo progetto parte dall’osservazione di ciò che il mondo offre attraverso la visione di oggetti, ma anche della natura, delle persone che ci circondano, dei loro stili e modi di esprimersi. Tutto ciò che viene a trovarsi sulla lunghezza d’onda dello spirito, viene assimilato dalla ragione e trasformato nelle forme e nelle estetiche ideali e funzionali con l’apporto del bagaglio tecnologico che poi è l’esperienza del designer accumulata in anni di assidua attività.

I contrasti tra i colori, l’aggiornamento delle forme e le soluzioni tecniche vengono alla luce dopo un adeguato periodo si meditazione in un ambiente il più possibile rilassato, per trovare alla fine del percorso la libertà più ampia di espressione del proprio spirito esaltata dal talento innato che Sven Götti ha per il design.