Tavat, incontriamo Ian Jeremy e Roberta Baines

Il cuore creative di TAVAT pulsa da sempre tra le colline di Pasadena, California, luoghi dove uno tra i Designers fondatori, Norman Schureman, insegnava presso il prestigioso Art Centre College of Design

Norman si è sempre ispirato a concetti di design semplici e funzionali, unendo un po’ di ricordi di forme del passato con la modernità della tecnologia, esattamente la stessa ispirazione che ha dato origine a TAVAT Eyewear e alla sua industria.

Durante la primavera del 2016, TAVAT ha organizzato presso l’Art Centre College of Design un gruppo di lavoro sul design dell’occhiale, composto dagli studenti del college, che ha lavorato sui principi fondamentali del design indicati da Norman e sul carattere ispirato al lifestyle di TAVAT. Gli studenti hanno tratto molte ispirazioni dal mondo che li circonda, dalle loro esperienze, disegnando e avendo in mente funzionalità precise del prodotto; alcuni prendendo anche molti spunti dalla natura.

Tutti gli studenti hanno presentato un lavoro pieno di idee e creatività cosi che anche attribuire una classifica del miglior prodotto non è stata impresa facile.
Un giovane Designer Miguel Harry è stato premiato come l’autore del miglior prodotto che, ispirato ai Café Racers, ha immediatamente messo in moto la capacità creativa di TAVAT con la produzione di una Collezione limitata. I prodotti hanno un alto contenuto di funzionalità ed elementi estetici veramente interpretativi del life style dei Café Racers.

La missione di TAVAT era quella di dare uno spazio di prova a giovani talenti all’interno della propria struttura aziendale utilizzando una piattaforma per il design e la progettazione del prodotto.


Cosa sono i Café Racers
La popolarità dei Café Racers aumenta con il passare del tempo. Hanno avuto origine in Inghilterra negli anni ’60 ispirandosi all’idea “less is more” ovvero, liberarsi delle cose non utili per alleggerire forme e contenuti di prodotti nel peso e nello stile senza fronzoli. Questi principi sono stati considerati nel workshop di Pasadena per arrivare a creare un modello d’occhiale senza tempo che ricordi lo spirito ribelle dei motociclisti e degli appassionati delle corse.