Pugnale presenta le sue novità a Mido 2018

Pugnale – il brand made in Italy che si distingue nel segmento eyewear per lo speciale connubio tra artigianalità italiana, innovazione tecnologica, design e stile – presenta a MIDO 2018 importanti novità di collezione.


La linea Priscilla, da sempre sinonimo assoluto di ricerca e anima fashion del brand, vede l’ingresso di nuovi materiali e lavorazioni esclusive, rigorosamente handmade. Le paillettes, che accendono di luce il raffinato modello Cattivissima, sono meticolosamente cucite sulla montatura in acciaio dalle sapienti mani di sarte italiane. Ogni dettaglio è genuino e rivela l’artigianalità delle singole creazioni, che sul retro del frontale esibiscono le impunture a contrasto sul metallo.

Inimitabile l’aggregazione tra metallo e tessuto, proposta da Pugnale e protetta da copyright©, che nelle sue novità più interessanti esalta la pelle, interpretandola con seducente audacia. Accade nei modelli Calzerete e Collant, che strizzano l’occhio al corpo femminile citando la sensualità del contatto tra la pelle e una fine rete in metallo, realizzata su due frontali sovrapposti che, creando un pregiato effetto 3D, rivelano un inserto di pelle colorata.

Il metallo, inciso da minuziosi decori damascati, è il grande protagonista del modello Duro, pensato per un uomo sofisticato che ama distinguersi con originalità. Le creazioni Pugnale si rinnovano con inediti e straordinari dettagli: dai terminali in acetato, che s’illuminano di piccoli inserti di metallo finemente lavorato e proposto in nuance diverse, ai naselli in ceramica, che sostituiscono quelli tradizionali e diventano basculanti per garantire massima vestibilità e comfort.

Elementi miniaturizzati in ceramica tinta – come il pugnale e la rosa – catalizzano l’attenzione sulle aste, identificando profondamente ogni componente dell’occhiale attraverso i trademark stilistici del brand. Celebrazioni di materia, incursioni nell’architettura delle forme e sperimentazione stilistica: sono le collezioni Pugnale, che sfidano ogni limite in equilibrio tra tecnologia e creatività.