Tommaso Bossetti e Studio Gubo per Snob Milano

La progettazione della collezione Snob Milano è un lavoro di concerto di Dino Sordelli, Tommaso Bossetti e dello Studio Gubo. Ci tengo a sottolinearlo perché ogni componente del team porta valore aggiunto al prodotto. In questo caso mi faccio portavoce del team.

Qual e’ la sua prima attenzione quando vede un occhiale indossato?

La prima attenzione è quella di cogliere un’immagine che può essere d’insieme o di un particolare, da poter rielaborare. La seconda, visto che nella sua domanda sottolinea il fatto che l’occhiale sia indossato, è associare la scelta dell’occhiale alla personalità dell’indossatore, comprendere se il prodotto e l’ipotetico target coincidano

Qual e’ il concept di prodotto del brand Snob Milano?

Scinderei la domanda in due temi, quello tecnico e quello stilistico. Tecnicamente abbiamo la fortuna di lavorare con quella che io considero la miglior azienda di produzione di occhiali iniettati, la franco sordelli srl, per cui l’obiettivo primo è quello di sfruttare al massimo questa tecnologia e sviluppare progetti che non possano essere riprodotti con altri processi produttivi; inoltre ci proponiamo di individuare un concetto costruttivo originale ancorché stilistico, in modo che si percepisca un prodotto fresco. Ad esempio, riferendomi alla collezione sole 2015, non vogliamo proporci come “innovatori” (oggi il mondo ne è pieno!) Perché non abbiamo inventato niente, ma è il progetto che nel suo insieme comunica un’immagine fresca e originale. Stilisticamente snob milano non vuole fare “urlare” le forme, ci proponiamo di sviluppare volumi equilibrati e forme in linea con le tendenze contemporanee. La soluzione tecnica è talmente invasiva sull’appeal di prodotto che non abbiamo necessità di inventarci stravaganti immagini artistiche, anzi!, L’utilizzo di uno stile più trasversale e sedimentato ci aiuta a rassicurare il nostro cliente. Ne consegue, grazie alla tecnologia e all’equilibrio formale, che il prodotto snob milano sia leggero e comodo.

Come nasce la passione per gli occhiali?

Personalmente nutro una forte passione di prodotto, in generale, e seppur in questo caso mi qualifichi come designer, provo molto gusto nello sviluppo tecnico di un progetto e nella coerenza dello sviluppo della collezione. Gli occhiali sono un prodotto fantastico, ricco di complicazioni e variabili tali da renderti la vita difficile ogni qualvolta pensi di aver imparato tutto: centratura ottica, ergonomia, equilibrio, peso, qualità nel tempo… Se a questo aggiungiamo che snob milano ad oggi non vuole proporre soluzioni costruttive troppo esplorate, chi compra un paio di occhiali della nostra collezione sa di acquistare un oggetto ricco di contenuto. Operativamente gli occhiali offrono una varietà di problematiche che non ti annoiano mai, sono un oggetto vivo.

Chi vorrebbe indossasse i suoi occhiali?

Amo quando un concorrente mi dice ”vorrei indossarli ma non posso”; l’apprezzamento di chi conosce il prodotto non ha eguali. Forse ho frainteso la domanda, se voleva sapere quale fosse il nostro target direi che è una persona decisa, attenta ed elegantemente egocentrica, di qualsiasi età, etnia e orientamento sessuale. I nostri occhiali vorremmo vederli su persone di carattere indipendentemente dal loro inquadramento sociale.

La soddisfazione piu’ grande dal suo lavoro?

La soddisfazione più grande che ci sta dando snob milano, in un’epoca storica di grande cambiamento nell’occhialeria, è quella di aver trovato una nostra dimensione, un nostro motivo per “esserci” e per giocarci l’evoluzione del marchio.